venerdì 7 marzo 2014

Strudel che bontà!

Ciao!! Come state?! 

Ma vi siete goduti questa meravigliosa giornata?!? 

Io sono andata a spasso con Khuly.. 


Sole, caldo... Io amo la primavera!! 

Guardate il mio mandorlo in fiore.. Mi da la sensazione di SPERANZA! 



Oggi vi do un'altra ricettina favolosa! Vegana e facile da fare! 

Prepariamo lo strudel, ringrazio per la ricetta la mia collega e ormai amica..Natascia! 

Ingredienti: 

Per la pasta brisè: 
250 gr di farina
90 gr di olio evo (si può mettere il burro) 
60 gr di acqua fredda
Un pizzico di sale

Per il ripieno:
5 mele 
20 gr di pinoli tostati
40 gr di nocciole tostate 
Cannella qb (facoltativa) 
Mascobado qb 

Procedimento: 
Mescolate farina, sale, olio e dopo aggiungete l'acqua. L'impasto dovrà risultare compatto ma morbido. Fate riposare in frigo per una ventina di minuti. 
Nel frattempo, sbucciate le mele, le tagliate a pezzi abbastanza grandi, le fate cuocere con un paio di cucchiai di mascobado, e cannella. 
Fate tostare i pinoli e tagliate le nocciole a metà. 

Dopo che ha riposato, tirate l'impasto in una sfoglia ne troppo sottile ne troppo spessa, ci mettete all'interno lungo il centro un paio di cucchiai di mascobado (ricordatevi che la pasta brisè è salata, non tantissimo perché non c'è molto sale ma pur sempre un impasto salato), poi versate le mele, i pinoli e le nocciole. 

Richiudete, io sopra ci ho messo un po' di acqua e mascobado (per questo si è aperta, perché la sfoglia era sottile e con l'acqua ha ceduto) potete anche mettere un po' di miele. 

Fate cuocere a 180 gradi per una ventina di minuti! 

Ecco il risultato: 


GODURIOSO!! 

Davvero buono, inoltre fatto con prodotti di qualità, è un dolce sano, che possiamo mangiare senza sentirci in colpa!! Quando un dolce è fatto con prodotti che l'organismo ama, vi assicuro che ci si può togliere più di qualche sfizio! 

Beh provatelo anche a voi e fatemi sapere!

Anto 

3 commenti:

  1. Ciao Antonella!!! Che belle foto! ..e mi viene fame guardando i tuoi dolci... :)

    RispondiElimina
  2. Ciao!! Grazie!! Un giorno devi assaggiarli allora ;-)

    RispondiElimina
  3. Certo cara! e avrei voglia anche di rimettermi a farli i dolci... quando le intolleranze non ci saranno più.... :) Ma ho tanta fiducia! ciao!

    RispondiElimina